Maggiori informazioni al
080.314.68.92
info@geoatlas.it
GeoAtlas

Geologia applicata

Topografia

Rilievo dati ambientali

Idraulica ambientale

Informatica ambientale

Strumentazione

Geoatlas si avvale di strumentazioni all’avanguardia e di facile trasporto per lo svolgimento delle sue diverse attività:

  • Georadar
    Zond12-e della Radsys companyZond12-e della “Radsys company”, costituito da un computer laptop Acer 1652, unità di controllo antenne pluricanale (time range: 1-2000 nsec 1 nsec step; transmit rate 115 khz; scan rate 80 scan/sec; campioni per scan 512 a 16 bit; input power 10,5-13 volt DC 0,4 A), antenne in configurazione bistatica (separate quella trasmittente e ricevente) 500Mhz e 900 MHz surface e air coupled.

  • Sismografo
    PASI 16SGNPASI 16SGN a 24 canali. Si tratta di un modello di ultima generazione con conversione a 24 bit ed elevata sensibilità dinamica. Può essere utilizzato sino ad un massimo di 24 canali in maniera indipendente ripartiti su due cavi sismici da 12 attacchi l'uno normalmente utilizzati con lunghezza di 75 metri l'uno e quindi per uno stendimento massimo di 120 metri a 24 canali con distanza intergeofonica di 5 metri. Le applicazioni di questo strumento sono molto elevate, quali sismiche a rifrazione, riflessione, sismica in foro (Downhole, Crosshole e altri metodi), tomografie sismiche, sismica attiva come SASW, MASW, sismica passiva come ReMi, HVSR, ecc. Le energizzazioni possono venire eseguite con diversi metodi in quanto il sismografo è dotato di trigger con geofono starter da posizionare vicino alla fonte di energia. La trasportabilità è possibile in qualunque situazione adatta a delle indagini sismiche, anche tipicamente pendii con una certa acclività per acquisizioni su corpi di frana o ricerche minerarie, ecc.. La batteria esterna garantisce una lunga autonomia di lavoro ed i software in dotazione consentono di unire più acquisizioni tra loro per creare delle linee di investigazione di lunghezza anche molto elevata. E' poi possibile eseguire stacking e/o filtraggi per il miglioramento del rapporto Segnale/Rumore.

  • Geofono tridimensionale da foro Terna geofonica disposta secondo orientazione cartesiana (assi x, y, z) composta da tre unità geofoniche ad alta sensibilità, una verticale e due orizzontali, con frequenza propria di risonanza di 10 Hz. La configurazione è racchiusa in un tubo di protezione dotato di sistema di clamping costituito da lama metallica comandata dalla superficie per espandersi o retrarsi ed offrire un contatto stabile della sonda con le pareti del foro. Le dimensioni permettono di utilizzarlo in fori con un diametro minimo a partire da 50 mm sino a misure superiori. L'unità può essere impiegata separatamente o congiunta ad altre terne per consentire l'acquisizione di dati per indagini Down Hole, VSP, Cross Hole e Cross Hole Tomografico. In ambito sia Geotecnico che Sismico queste misure trovano notevole sviluppo ed applicazione in quanto ritenute maggiormente affidabili e con maggior risoluzione rispetto ad altre tecniche geosismiche. L'applicazione principale soprattutto in ambito Down Hole è la misura diretta dell'andamento di Vp e Vs in profondità (quindi anche Vs30 per sondaggi che raggiungono o superano i 30 metri di profondità) e la determinazione dei moduli elastici in campo dinamico, richiesti in particolare per la progettazione geotecnica e strutturale delle opere da realizzarsi.

  • Tomografia Elettrica PASI 16SGN a 32 elettrodi in acciaio inox completo di linkbox ed energizzatore P-300T. Anziché utilizzare solo 4 elettrodi, come nei SEV tradizionali, tale strumentazione consente di utilizzare un set di elettrodi lungo un determinato profilo che funzionano alternativamente come elettrodi di corrente e di misura. Il risultato finale è una sezione bi-dimensionale che rappresenta la distribuzione dei valori di resistività del terreno. Combinando più profili si può ottenere una immagine 3D del sottosuolo. Con tale strumentazione, inoltre, per le acquisizioni si possono utilizzare tutti i  metodi standard per SEV e per tomografia elettrica.

  • Gps LEICA System 1200
    Gps LEICA System 1200 Sistema GNSS di elevate prestazione
    Il sistema è composto principalmente da un Ricevitore, che consente di calcolare una distanza rispetto a tutti i satelliti visibili, da un Antenna, che consente di ricevere i segnali provenienti dai satelliti GNSS (Global Navigation Satellite System), dal software LEICA Geo Office include una serie di programmi ausiliari che facilitano l'impiego del GPS1200 e permettono trasformazioni di coordinate, post-elaborazione di GPS e GLONASS, elaborazione dei dati di livello, impostazione della rete, esportazione GIS e CAD.
    Il ricevitore GPS Leica 1200 opera con 14 canali L1, 14 canali L2, codice e fase, e funzionalità in tempo reale. Precisione di Misura e Precisione di Posizione
    La precisione di misura, l’accuratezza nella posizione e l’accuratezza in altezza sono dipendenti da vari fattori incluso il numero di satelliti, la geometria, il tempo di osservazione, l’accuratezza delle efemeridi, le condizioni ionosferiche, il multipath, etc. Per i dati di seguito presentati si assumono condizioni da normali a favorevoli.
    • Modalità statica: 3 mm sull’orizzontale e 6 mm sulla verticale;
    • Modalità statico/rapido: 5 mm sull’orizzontale e 10 mm sulla verticale;
    • Modalità cinematica: 10 mm sull’orizzontale e 20 mm sulla verticale

  • Freatimetro
    OTT KL010OTT KL010 della lunghezza di 750 m e sonda in acciao inox.


Geoatlas goes green
Geoatlas s.r.l. - P.IVA/CF: 06951750725
info@geoatlas.it © 2011 Tutti i diritti sono riservati
designed by SolutionsPlus Solutions Plus